Archivi Mensili: luglio 2014

Bisogna esser liberi per poterlo diventare.

“C’è un’età in cui si insegna ciò che si sa; ma poi ne viene un’altra, in cui si insegna ciò che non si sa, e questo si chiama cercare.” Arriva, infine, inevitabile ed inattesa, l’ ultima eta’, quella dell’ esperienza

Pubblicato in Echi di pianura Taggato con: , , , , ,

Non basta l’ orizzonte a coprire una sola fossa comune

Rinnego il cielo,                            padre distratto e lontano. Seppellitemi a faccia in giu’.                                                  E baciare la madre sia       una speranza di perdono                                                    per non avere agito.. Trenta o poco piu’ parole per gridare “basta”

Pubblicato in Uncategorized

Ereditare la terra ed anche il suo dolore

“La Possibilità dell’ Impossibile”. Tra il paradosso di Benjamin e il “Bisogna immaginare Sisifo felice” di Camus trova riparo il sogno della mia generazione. La razionalità dell’ analisi e dell’ azione politica ci aveva insegnato a bandire il sogno. Come

Pubblicato in Echi di pianura Taggato con: , , , , , , ,

Orfani di Terre

“Per una Generazione che ha avuto semi innumerevoli ed e’ stata orfana di terre.” Cosi, di getto, una dedica scritta in un libro regalato alla mia più cara amica. Non oggi, ma venticinque anni fa. Un “addio alle armi” di

Pubblicato in Echi di pianura Taggato con: , , , ,